giancarloclerici


Vai ai contenuti

Old West

Evoluzione

Idea di base

L'idea di Old West nasce da tre fattori combinati: la passione per i film western, quella per i giochi di ruolo e non ultima quella per gli strategici.
Volevo realizzare un gioco che avesse le meccaniche tipiche dei giochi fantasy da tavolo ma con un'ambientazione e uno scopo finale diversi. Scelsi quindi di utilizzare l'ambientazione western molto meno sfruttata di quella fantasy e come scopo finale optai per dare la vittoria non a chi raggiungeva per primo un determinato obbiettivo, ma a chi accumulava più soldi.

Sviluppo del prototipo (meccaniche e componenti)

Faccio una premessa... le cose da dire sarebbero molteplici e servirebbero intere pagine, quindi mi limiterò a fare un breve racconto di quel che è successo.

L'idea iniziale nella mia testa era semplice (tutt'altra cosa nella realtà)...
Un gioco da 3 a 6 giocatori composto da: una mappa esagonata per il tabellone di gioco, pedine raffiguranti i personaggi che si spostano su questa, un paio di dadi da 6 facce classici per la risoluzione degli scontri, i soldi alla monopoly e il resto (personaggi, equipaggiamenti, missioni e quant'altro) dovevano essere carte da gioco.
"Bene",mi dissi,"le idee base ci sono tutte. Ora mettiamole nero su bianco con carta e penna".

Iniziai col realizzare i personaggi utilizzabili dai giocatori, decidendone quantità e caratteristiche. Optai per realizzare 18 personaggi giocabili, per garantire un minimo di scelta ai giocatori anche in caso di una partita a 6 e per aumentare la variabilità di alcune missioni che avevo intenzione di realizzare successivamente.
I personaggi dovevano avere poche caratteristiche per non complicare la vita al giocatore, coerenti con ambientazione western e meccaniche di gioco: Mira per sparare, Riflessi per schivare e Punti Ferita per vedere quando si soccombe.
Ad ogni caratteristica doveva essere correlato un valore numerico per esprimerne l'efficacia e tale valore doveva essere compreso in un arco di numeri ben calcolato, in quanto andava aggiunto al risultato del lancio di un classico dado a 6 facce.
Infine ad ogni personaggio aggiunsi delle abilità bonus col fine di renderli più differenti tra loro e più interessanti da giocare.

In seguito pensai a quali equipaggiamenti introdurre con i relativi costi, reperibilità e utilizzi. Lo stesso feci per armi e cavalcature.
Poi per evitare la monotonia di svolgere unicamente duelli 1 conrto 1, decisi di creare una sorta di personaggi di secondo piano (gregari) assoldabili mediante pagamento dai giocatori e da utilizzare come nemici nelle missioni più facili o come gregari dei boss in quelle di maggiore difficoltà.
Successivamente creai le missioni, pensando a quante dovessero essere, quale difficoltà dovessero avere e come/dove/quando dovessero comparire nel corso della partita. Non per ultimo a cosa davano in caso di superamento.
Ma mi resi conto che prima serviva un elenco delle locazioni da mettere sulla mappa (tabellone di gioco), quindi la realizzai unendo inseme 6 fogli esagonati e colorandoli a seconda del tipo di territorio, poi vi misi le locazioni.

A questo punto iniziai a fare una prima stesura del regolamento in formato elettronico.
Nel frattempo pensai... :"e se i personaggi migliorassero con dell'esperienza acquisita negli scontri?!". Così realizzai una tabella di avanzamento semplice ma che dava un qualcosa di ruolistico al gioco. Mi accorsi però che era una mole di roba e mi ci sarebbe voluto un bel po' prima di realizzare il tutto... comunque non mi diedi per vinto.
Infine mi dedicai alla realizzazione di carte, segnalini e soldi (finti si intende :) )

Qui sopra l'evoluzione del tabellone di gioco.

Il primo prototipo era molto grezzo: le carte non erano altro che talloncini colorati stampati e tagliati molto piccoli con delle scritte sopra. Lo stesso valeva per i soldi e i segnalini recuperati da altri giochi.
A questo punto era ora di provarlo con gli amici... test su test portarono alla luce un mare di difetti che vennero corretti dopo attenti studi grazie anche ai suggerimenti dei tester. In contemporanea procedeva lo studio per un prototipo più raffinato nei materiali.

Al termine della fase di test con gli amici il gioco subì queste modifiche salienti nelle meccaniche/componenti:

  • Il dado da 6 è diventato un dado da 10 facce.
  • I personaggi sono stati ricalibrati nelle caratteristiche.
  • Il sistema di comparsa delle missioni è stato modificato.
  • La difficoltà e la resa delle missioni sono state ricalibrate.
  • La mappa di gioco ha subito delle modifiche nell'ubicazione delle locazioni.
  • Sono state introdotte diligenza utilizzabile e ferrovia.
  • Il sistema di scontri che prevedeva tiri di iniziativa multipli, tiri per colpire e tiri per schivare è stato notevolmente snellito grazie ai concetti di iniziativa comune a gruppi e all'abolizione dei tiri su riflessi.
  • E' stata ricalibrata la tabella di progressione dei bonus ottenuti con l'accumulo dei punti esperienza.
  • Sono state introdotte delle schede riassuntive.


Raggiunto il limite con gli amici procedetti alla realizzazione di quello che pensavo essere il prototipo finito.

Il prototipo si presentava con questa componentistica:
Tabellone pieghevole raffigurante la mappa di gioco.
2 dadi a 10 facce.
6 segnalini personaggio.
16 carte personaggio.
41 carte missione.
9 carte partenza.
80 carte oggetto.
84 carte gregari.
24 carte cavalcatura.
55 carte armi.
4 carte personaggi speciali.
4 carte missione speciale.
6 segnalini +1 Mira.
6 segnalini +1 riflessi.
6 segnalini Doppio attacco.
4 segnalini blocco.
4 segnalini missione speciale.
1 segnalino turno.
30 segnalini ferite.
Svariate banconote fac-simili da $25, $50, $100 e $500.
6 plance riassuntive con le tabelle principali.
Regolamento
Insomma una mole di cose! :)

A questa fase seuirono dei test presso un'associazione ludica durante i quali si presentarono problemi mai visti prima che fecero crollare meccaniche, regolamento e componenti come un castello di carte.... questo perchè stili di gioco differenti portano alla luce problemi anche gravi di giocabilità.
Raccolte critiche e suggerimenti pensai al da farsi e ripartii quasi da zero.

Seguirono altri 3 mesi di test e blind test che portarono alla modifica di svariate meccaniche ma soprattutto della componentistica.

Qui sopra alcune immagini del prototipo portato in associazione ludica.

Home Page | Cronistoria | Giochi | Evoluzione | Considerazioni | Link utili | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu